Connect with us

Tutto da rifare Fest. Concerto al csoa ExSnia per #riapriamoildaverme

COPERTINA

Tutto da rifare Fest. Concerto al csoa ExSnia per #riapriamoildaverme

Dai Buffalo Grillz agli Hiroshima Rocks Around, dai Tiger Boom, fino alla Nohaybanda. Nove band dal vivo sul palco del csoa ExSnia per il DalVerme

A seguito delle minacce di chiusura e degli sgomberi di tantissimi spazi sociali e culturali avvenute negli ultimi mesi sul territorio di Roma, è oramai evidente l’assenza di un progetto sociale e culturale per la città.

Su tale assenza di visione si innesta la brutale ignoranza di un controllo sociale oramai demandato unicamente al potere poliziesco, che si manifesta attraverso la repressione, con unico obiettivo la difesa della speculazione e del mercato. Mentre si prova quotidianamente a mettere a tacere ogni forma di dissenso popolare e sociale, mentre si negano spazi alle iniziative più innovative sul piano culturale ed artistico, vediamo assegnare il patrimonio pubblico alla rendita privata senza nessun criterio di trasparenza o condivisione.

Dal centro storico a Trastevere, da Cinecittà a San Lorenzo, da Spinaceto al Pigneto si assiste ad ingiunzioni e dispositivi repressivi totalmente sproporzionati, gli stessi meccanismi che vengono utilizzati per attaccare chi ogni giorno lotta e resiste contro le speculazioni, le devastazioni dei territori, per il diritto all’abitare, alla salute, all’istruzione.

Non ultimo ed eclatante atto quello accaduto al Circolo Arci DalVerme (nel quartiere Pigneto), che ha visto sospesa la propria attività attraverso l’aberrante applicazione dell’art. 100 del T.U.L.P.S. con lo scopo esplicito di dissuadere “l’abituale frequentazione delinquenziale” del posto. Come per le lotte sociali anche la promozione culturale viene licenziata come un problema di ordine pubblico. In questa visione comune il C.S.O.A. ExSnia ed il Circolo DalVerme, decidono di unire le forze e dare vita ad una serata di autofinanziamento delle attività aperta a tutto il quartiere Pigneto e a tutta la città, segnando nell’unità l’unica possibile risposta a queste forme di potere cieche e repressive.

L’incapacità dell’amministrazione lascia una Roma allo sbando, sempre più incattivita e nevrotica, in preda ad una campagna elettorale fatta di slogan sulla “legalità“, in cui si perdono di vista non solo i problemi ma anche gli obiettivi da perseguire in una città che dovrebbe essere capitale libera, multiculturale ed innovativa, impegnata in azioni di rigenerazione urbana contro ogni cementificazione, che ripensi il rapporto tra urbanizzazione e le aree verdi, che comprenda che l’unica via d’uscita è un nuovo patto sociale fondato sui beni comuni e contro le logiche del profitto.

Il primo giugno sul palco del C.S.O.A. ExSnia si alterneranno ben nove band legate a tutto quel movimento underground/diy che ha sempre caratterizzato la scena punk e post hardcore che non casualmente ha trovato uno spazio DalVerme parallelamente agli spazi occupati. Un importante appuntamento per ribadire l’opposizione ad ogni gestione autoritaria del potere, conto ogni fascismo, razzismo, discriminazione, emarginazione ed in sostegno di tutte le lotte che dal basso aprono spazi di nuova socialità e di promozione culturale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in COPERTINA

To Top