Connect with us

Tutti quanti vogliono fare swing…ma loro lo fanno meglio

ARTICOLI

Tutti quanti vogliono fare swing…ma loro lo fanno meglio

Ladyvette al teatro della Cometa fino al 18 febbraio

Macché Sanremo è Sanremo! Ieri sera al teatro della Cometa ci siamo divertiti con  con il loro spettacolo Le Dive dello Swing, per la regia di Massimiliano Vado e con la supervisione artistica di Lillo Petrolo, che, per l’occasione, è stato il guest artist della serata.

E se nella Parigi degli anni Trenta gli “ Aristogatti” di Walt Disney cantano tutti quanti vogliono fare jazz, fino al 18 febbraio a Roma tutti quanti vogliono fare swing.

Accompagnate dal pianista e compositore Roberto Gori, Teresa Federico, Valentina Ruggeri e Francesca Nerozzi, cantano, recitano e ballano per oltre un’ora e mezza senza mai scendere dal palco, neanche per i numerosi cambi d’abito.

Teresa Federico è Sugar, la rossa, sofisticata e sensuale, Valentina Ruggeri è Pepper, quella intelligente perché “le more sono quelle più intelligenti” e Francesca Nerozzi è Honey, che “non è come le altre, perché lei è bionda”.

La ricetta del loro successo la trovate sul loro sito.

Ingredienti: Sugar 1, Pepper 1, Honey 1, charme 300 g, look vintage 280 g , ironia 1 kg , glamour in abbondanza , autoironia come se piovesse , sfacciataggine qb , buonumore 4 dita ,musica a bizzeffe. Poi dovete mescolare il look delle dive d’altri tempi con le dosi richieste di ironia e autoironia spiazzante, lasciar riposare per circa 20 minuti, aggiungere tre voci armonizzate e un bel po’ di glamour, spolverare con un po’ di swing, jazz e pop.

Lo spettacolo, che inizia in un freddo appartamento della Torino anni Trenta, messo a loro disposizione da un improbabile impresario che le “mantiene nel frigidaire per non farle andare a male”, si snoda tra situazioni surreali, incontri spiacevoli, ma visti con gli occhi dell’ironia e della comicità, e colpi di scena. Tutto legato da un inconfondibile fil rouge: lo swing. E poco importa che sia l’Inno d’Italia, le canzoni di Max Pezzali, di Masini o del Trio Lescano, basta swingare.

Come sono passate Ladyvette da “Cantando per le stalle” alla fama internazionale?

Ce lo dicono loro: “Io l’ho sudata…..Io l’ho meritata….Io l’ho data!”

Alessia de Antoniis

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top