Connect with us

Torna il San Lorenzo Carnival: a Roma come a Londra

ARTICOLI

Torna il San Lorenzo Carnival: a Roma come a Londra

Una parata coloratissima per le strade del quartiere con musica dal vivo, dal reggae al dub alla salsa, con sfilate in maschera e la sfiziosa possibilità di assaggiare cibi e bevande caraibiche.

Nel 1966 l’hamblecha di Rhaune Laslett, attivista e agitatrice culturale nata nell’East End londinese da madre nativa americana e padre russo, è divenuta realtà. Ogni estate la capitale inglese ospita un’immensa festa fatta di colori, musica, cultura, socialità e integrazione: il Notting Hill Carnival. Dislocato tra le strade del quartiere di West London, è la festa che rappresenta le varie comunità caraibiche presenti nella capitale inglese. Per i primi 20 anni il Carnevale di Notting Hill non ha avuto una organizzazione ufficiale, era un appuntamento che nasceva spontaneamente all’interno del quartiere. Chiunque voleva essere parte attiva del Carnevale aveva un solo posto di riferimento: Mangrove Restaurant, un ristorante caraibico gestito dall’attivista Frank Crichlow, una delle figure storiche del Carnevale e della lotta per i diritti civili. La storica manifestazione inglese, con la quale il San Lorenzo Carnival è gemellata, ha tagliato nel 2016 un traguardo prestigioso: mezzo secolo di attività.
In tutti questi anni ha consolidato la sua capacità di essere un punto di riferimento per tutte le realtà che perseguono l’impegno culturale, l’integrazione e la promozione delle espressioni artistiche delle minoranze etniche nel Regno Unito. Il Notting Hill è anche una delle più importanti attrazioni turistiche della capitale britannica. Inoltre non si può non riconoscere a questo evento il ruolo fondamentale di custode e promotore dei saperi produttivi ed espressivi del luogo che ogni anno festosamente attraversa. A caratterizzare il Carnevale anche gli oltre quaranta Sound System dislocati in diverse zone del quartiere. La passione per la sonorità caraibiche, per i sound System e i ritmi in levare esalta anche a Roma. Nessun quartiere meglio di San Lorenzo poteva divenire il palcoscenico ideale per questo tipo di evento che verrà accolto per la sua seconda edizione.
Tantissime le formazioni che daranno vita ad una parata coloratissima con musiche dal vivo e danze coreografiche che anche quest’anno sarà l’elemento distintivo della manifestazione e il trait d’union con Londra. E’ allo studio un nuovo percorso che possa valorizzare ulteriormente la performance di musicisti e ballerini con partenza alle ore 15.00 da Piazza dei Sanniti con ingresso previsto a via degli Etruschi alle 17.00. Coinvolti anche il Carnevale Africano e il Carnevale Latino Americano. Inoltre dj set esclusivi dedicati, su sound system, dedicati alla migliore selezione di stili e generi musicali già protagonisti del Notting Hill. Saranno presenti per il quartiere cinque postazioni che diffonderanno musica Soul, RnB, Reggae e Latino-americana. Come è accaduto per la prima edizione il cartellone del Carnival sarà impreziosito da artisti di rilievo già protagonisti della manifestazione inglese e dalla collaborazione con il Rototom Sunsplash. Tantissimi altri appuntamenti (proiezioni e presentazioni) animeranno il pomeriggio e la serata.

L’idea nata tra le mura del Sally Brown e che ha coinvolto tantissime realtà del territorio, parla ancora una volta di progetti che nascono dal basso. “Sam King cofondatore nel 1964 di questo progetto è morto lo scorso anno. – raccontano gli organizzatori – King era arrivato in Inghilterra come migrante nel 1948 a bordo della Windrush Empire, un bastimento sul quale hanno viaggiato sogni, aspirazioni e speranze di migliaia di caraibici alla ricerca di fortuna dall’altra parte dell’Oceano. La sua scommessa oggi è una meravigliosa realtà e speriamo che il nostro nuovo percorso possa raggiungere gli stessi risultati in una città come Roma, che necessita nuove soluzioni culturali e maggiori momenti di aggregazione fuori dalle dinamiche della movida fine a se stessa.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top