Connect with us

Torna il MojoFest. Un festival lungo un anno che Cambia // Cresce // Migliora

ARTICOLI

Torna il MojoFest. Un festival lungo un anno che Cambia // Cresce // Migliora

Nuova veste per la principale rassegna dedicata ai suoni african-american della città di Roma e tra le prime tre a livello nazionale, giunta alla quattordicesima edizione. Il 2 aprile al giardino del Monk.

Nuova veste per il #MojoFest, la principale rassegna dedicata ai suoni african american della città di Roma e tra le prime tre a livello nazionale.
#MojoFest cambia, cresce, migliora: diventando una kermesse in scena per l’intero anno, con eventi a cadenza mensile.
Partenza lunedì 2 aprile 2018, presso il Monk Circolo Arci, con il live della band tuareg degli Imarhan, i nuovi Tinariwen.

Un festival al passo coi tempi, capace di elaborare una proposta artistica che sappia rispondere alle esigenze del pubblico: questo è il nuovo #MojoFest che presenta una rinnovata formula che propone un evento mensile per tutto il 2018. Un vero e proprio viaggio “on the road” con diverse tappe tematiche, che permetteranno al pubblico di incontrare il groove e la melodia del sound afroamerican, attraverso concerti, dj-set, visual-art e photo exhibition. Primo appuntamento il giorno di Pasquetta, lunedi 2 aprile alle ore 17:30,  presso il Monk Circolo Arci, dal titolo “Desert”, che vede protagonista la formidabile band tuareg degli Imarhan. Presentano il nuovo disco “Temet”, edito dalla prestigiosa label City Slang. Il disco viene indicato dalla stampa internazionale, Rolling Stone in testa, come una delle sorprese più entusiasmanti dell’anno. Desert Blues d’autore, dove entrano rock, fuzz e attitudini psichedeliche, grazie ad una band fenomenale che guidata dal leader Sadam, si sta imponendo sulla scena internazionale come dimostrano i ripetuti tour negli USA, in Europa e in Cina. Sono universalmente riconosciuti come i successori dei Tinariwen, che li considerano i loro “figli” musicali: non casualmente Sadam, tra l’altro parente del leader dei Tinariwen, ha suonato per diverso tempo nella band guida del Desert Blues. Un suono contemporaneo, fresco e coinvolgente, che presenta per la prima volta a Roma la “new wave” del Desert Blues.

29497472_10155412812137411_8219886959115285049_n

Il pubblico potrà inoltre godere dell’accesso libero nel Giardino di Monk, aperto dalle ore 12:00, che prevede tra gli altri una BBQ Zone (con pietanze preparate dai Maestri Fuochisti), una Pic-nic Area (dove è possibile portare il proprio cibo), una Play Ground Area (basket court, ping pong, biliardino, volano, subbuteo) e la Kindergarten Area (spazio attrezzato con attività ludiche per il mondo bambino).

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top