Connect with us

Terzo step del Collettivo Circuiterie.
Al Palazzo con Lino “Capra Vaccina”

ARTICOLI

Terzo step del Collettivo Circuiterie.
Al Palazzo con Lino “Capra Vaccina”

Il set che l’artista porta al Cinema Palazzo a fine gennaio è imperniato su vibrafono, gong e piatti. In apertura, alcuni dei membri del Collettivo Circuiterie saranno impegnati nell’esecuzione di una conduction su partitura grafica di Adriano Lanzi per due chitarre elettriche e due sintetizzatori.

 

La rassegna di eventi del Collettivo Circuiterie entra nel vivo della terza stagione (e del nuovo anno) con un ospite graditissimo: Lino “Capra” Vaccina, percussionista, compositore e improvvisatore che da decenni ha trovato nel vibrafono lo strumento principe della sua espressione e della sua sperimentazione sonora.

Musica contemporanea, che pur potendosi ascrivere alla vasta corrente del minimalismo, si è articolata lungo un percorso del tutto personale e con caratteristiche proprie. Centrale resta senza dubbio la dimensione introspettiva, meditativa e quasi spirituale del far musica e dell’ascolto. E’ stato così sin dall’esordio discografico nei primi anni ’70 in seno agli Aktuala: la band, nata a Milano nel circuito dell’etichetta Bla Bla (la stessa di Franco Battiato) è stata forse la prima a proporre in Italia una sorta di psichedelia panetnica, ancestrale e futuribile allo stesso tempo, influenzata dalle musiche modali del Mediterraneo, del Medio e dell’Estremo Oriente.

Il set che Vaccina porta a Roma è imperniato su vibrafono, gong e piatti. In apertura, alcuni dei membri del Collettivo Circuiterie (Ascanio Borga, Adriano Lanzi, Felice Lechiancole, Cristiano Luciani) si costituiscono per l’occasione Quartetto Elettroacustico, nell’esecuzione di una conduction su partitura grafica di Adriano Lanzi dal titolo Clinamen, per due chitarre elettriche e due sintetizzatori.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top