Connect with us

Teatro e Cicoria entra alla seconda! Gli artisti romani non vogliono più parlare con le istituzioni

ARTICOLI

Teatro e Cicoria entra alla seconda! Gli artisti romani non vogliono più parlare con le istituzioni

Il misterioso gruppo Teatro e Cicoria polemizza e boicotta l’interesse istituzionale verso la problematica che affligge i teatri romani. “In un mondo malato come quello del teatro addormentato la cicoria, che abbatte la sonnolenza e disinfetta, è ciò che serve”.

“Vogliamo entrare alla seconda ora”, così propone la neonata community di facebook chiamata Teatro e Cicoria, declamando il comune disinteresse per gli interventi istituzionali di Antonio Calbi – direttore del Teatro di Roma – e di Luca Bergamo – vicesindaco e assessore alla Crescita Culturale di Roma Capitale – durante l’assemblea cittadina “ Theatrum Mundi”, prevista nella giornata di sabato 25 febbraio dalle 10 alle 18 al Teatro India.

L’incontro pubblico con gli artisti e gli operatori della cultura e dello spettacolo della Capitale promosso da un gruppo di critici romani, è chiamato anche Pre-occupazione e si dichiara un gruppo di studio e di intervento per il teatro, con l’obiettivo di unire le realtà istituzionali e la creatività indipendente, per disegnare una nuova prospettiva e una nuova politica culturale, in uno scenario in trasformazione, all’insegna del dialogo e della condivisione.
Secondo Teatro e Cicoria, invece, tali interventi snaturano il confronto fra operatori ed artisti, trasformandolo in uno sterile esibizione di promesse che non verranno mantenute. “Abbiamo piuttosto bisogno prima di tutto di guardarci negli occhi e riconoscersi e poi confrontarsi con le istituzioni.”

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top