Eventi musica teatro mostre cinema mobilitazioni a Roma

Taste de World. La festa della Repubblica come Cittadini del Mondo

Il 2 giugno torna l’evento ospitato all’interno della Scuola Pisacane a Torpignattara. Tutte le comunità del quartiere si raccontano attraverso cibo, musica e laboratori.

TasteDeWorld2016_47

Venerdi si festeggia l’ integrazione e l’intercultura durante la seconda edizione della festa internazionale organizzata dai genitori ed insegnanti dell’ Associazione Pisacane 0-11, che prende il nome dalla scuola elementare e multietnica, nel cuore del quartiere di Torpignattara, che anima.

Un appuntamento importante proposto in un luogo d’eccezione, simbolo della vittoria sui pregiudizi e sull’ignoranza. Torpignattara è il quartiere dove, insieme all’Esquilino, risiedono la maggior parte delle comunità di stranieri che abitano e lavorano in città. La Pisacane definita come la  “scuola multietnica (40 alunni italiani su 176) … dove ci sarebbero tutti gli ingredienti per raccontare una vicenda di degrado e di malascuola. Ciò che fa la differenza e prova a riscattare questa vicenda sono i genitori del comitato Pisacane 011, che scelgono di non limitarsi alla (giusta) rivendicazione e di farsi parte attiva: organizzano un doposcuola, cercano gli strumenti per fare mediazione culturale con le famiglie di origine non italiana, provano ad attivarsi per contribuire alla manutenzione dello stabile. Il tutto, ovviamente, scontrandosi con la burocrazia e soprattutto con le rigidità della scuola italiana, timorosa ad aprirsi e lenta a rispondere.”

TasteDeWorld2016_3

Taste de World è una festa di tutti e per tutti che crea integrazione attraverso la Musica, il Cibo e le Persone provenienti da tutto il mondo.  Dalle 10 del mattino fino a mezzanotte torna ad animare il magnifico cortile della Scuola Carlo Pisacane, con la sua collaudata formula a base di street food, musica e incontri. Dieci cucine di sapori differenti daranno vita ad un gustoso viaggio alla scoperta dei gusti differenti di vari paesi del globo. Per ignorare deliberatamente confini e frontiere, senza alcuna identificazione, se non quella nella persona che ci si trova di fronte.

Le diverse comunità del quartiere si faranno conoscere attraverso la cucina: la cinese, la bengalese, la romnì con le Gipsy Queens – il catering nato dal “Tavolo delle Donne Rom”. La curda, grazie alla presenza del Centro di Cultura Ararat, la peruviana, la etiope, la messicana con Mescolando Sapori Dal Mondo. Ma siamo a Torpignattara, e non può mancare la cucina romana: ci pensa Dar Parucca, che dal Pigneto promette di rappresentare al meglio l’ospitalità locale.

TASTE de WORLD non è solo cibo, infatti nel corso della giornata tante attività, incontri e laboratori, grazie all’adesione di associazioni legate alla scuola e al quartiere, come CEMEA – Casa delle arti e del gioco, Associazione Dieci Mondi, il Centro Donne D.A.L.I.A., MUS-E Italia Onlus, l’Alveare – il Coworking con Spazio Baby, il progetto Officina su Ruote di Carla Colussi, e la partecipazione Sushmita Sultana, artista bengalese che propone una classe di danza tradizionale, e Daniela de Angelis, cantante del Ponentino Trio che conduce il laboratorio “La Voce e il Corpo”.

TasteDeWorld2016_13

E poi la musica sul palco, con le esibizioni di bambine e bambini della scuola accompagnati da testimonial e sostenitori, ma anche un live con tanti artisti: Radici nel Cemento Acoustic Set, la storia del reggae romano in una irresistibile versione acustica; Roots Magic, con un raffinato repertorio che spazia dal blues ancestrale all’afro-futurismo attraverso il jazz creativo; Ilaria Graziano e Francesco Forni, un seducente meticciato folk che ha già conquistato mezza Europa; Emilio Stella, cantautore ironico, menestrello moderno in grado di spaziare dal folk al reggae. Inoltre danze curde, esibizioni di calligrafia cinese, il Laboratorio Teatrale PinocchioRom dell’APS Rampa Prenestina, con i minori del campo di via dei Gordiani, incursioni di generosi ospiti, come l’attore Jonis Bascir, e qualche sorpresa.

TASTE de WORLD può contare anche sulla partecipazione di realtà significative come la rete SOS Rosarno, l’associazione di “Calafricani” che dalla Piana di Gioia Tauro risponde allo sfruttamento delle persone e del territorio con il lavoro di contadini cocciuti e migranti speranzosi, e che dopo aver inviato aiuti alla città di Kobane, partecipa ora alla costruzione di un ospedale nel nord della Siria; la campagna LasciateCIEntrare nata nel 2011 per contrastare una circolare del Ministero dell’Interno che vietava l’accesso agli organi di stampa nei CIE (Centri di Identificazione ed Espulsione) e nei C.A.R.A. (Centri di accoglienza per richiedenti asilo), che dopo aver ottenuto l’abrogazione della circolare oggi si batte per la chiusura dei CIE, l’abolizione della detenzione amministrativa e la revisione delle politiche sull’immigrazione. Parteciperà anche il movimento nazionale #Italianisenzacittadinanza, fondato da figli di immigrati, che presenterà dal palco la petizione #Siamo1milione di cui sono primi firmatari 15 ragazzi e ragazze cresciuti nelle scuole italiane ma considerati stranieri dalla legge italiana.

TasteDeWorld2016_51

Un programma ricchissimo, frutto del profondo legame che la scuola ha saputo costruire con il quartiere, un quartiere capace di sedersi alla stessa tavola, gomito a gomito, che non vuole nascondere le cicatrici che dolorosamente lo segnano, ma piuttosto trattarle, affrontarle, raccontarle.

Ricordiamo che TASTE de WORLD è un evento autoprodotto e autofinanziato. I ricavi saranno destinati quest’anno al Progetto Biblioteca della Scuola Pisacane, un progetto che ambisce a diventare uno spazio fruibile a tutte le persone del quartiere, e che contribuisce a quell’incredibile laboratorio di cultura integrata rappresentato dalla scuola Pisacane ed aderisce all’iniziativa 90 volte Torpignattara.

Loc_03

TasteDeWorld2016_40

Taste the World

Biglietti Gratuito   
Casilina  Drink&food  Kult  Live  Originale  Roma est
venerdì
2
giugno