Connect with us

Street art, hip hop e Fusolab, per una nuova idea di periferia

Arte

Street art, hip hop e Fusolab, per una nuova idea di periferia

Casilino Block Party, l’evento dedicato alla cultura street nel quartiere dell’ Alessandrino. Writers, fumettisti, Dj,s e crew per riqualificare la periferia attraverso l’arte.

Un muro di 500 mq a disposizione per colorare la grigia zona commerciale del Casilino/Alessandrino.
Venti writers Dufuck,Iydlyaf, Aber, Dogh, Faze And Junk From Feis, Kool, Hone & Beit From Hot Boys, Noa, Opr Club, Wies & Sedo From Qrp, Resek e tre fumettisti che in contemporanea racconteranno la giornata tramite le loro creazioni. Tanta musica con  Dj Brush, Class-K e Morg e le crew di breakers E, Wild Up e Vertigo.

P1340564

Domenica 4 giugno, nel cuore del quartiere Alessandrino, il Fusolab 2.0 ospita Casilino Block Party, che dalla mattina fino alla tarda serata, vedrà protagonisti numerosi artisti di spicco della scena dell’undergound e dell’arte urbana romana per disegnare un muro bianco, in periferia e colorare la quotidianità del casilino attraverso le loro opere originali.

Breakpuntozero e Fusolab 2.0, centro di formazione e promozione culturale in collaborazione con Roman Doors Project, HB Production, e la Alfano Legnami che metterà a disposizione la lunga “tela muraria”, propone un’occasione innovativa e di alta rilevanza sociale, tappa importante per l’opera di riqualificazione del quartiere e per dare risalto ad una forma artistica che tutt’ora vive nell’ombra. Un’occasione unica per riqualificare il quartiere e per entrare in contatto con la urban culture e le sue espressioni artistiche.

P1350012

Il Fusolab 2.0 da anni opera nel quartiere mantenendo un filo conduttore per tracciare il percorso creativo e formativo che ha arricchito il contesto urbano che lo ospita. L‘obiettivo che proprone è quello di  sviluppare e diffondere una visione critica , alternativa e antagonista,del modello sociale culturale ed economico vigente attraverso la condivisione di spazi conoscenze e strumenti che si maturi e concretizzi  tramite l’analisi  la ricerca e l’azione diretta attraverso la produzione culturale di musica e arti varie, la diffusione del consumo critico, con un occhio vigile alla sostenibilità, la descrescita ed i beni comuni.” Uno spazio per la creatività, l’arte e l’innovazione tecnologica, un luogo di formazione, produzione e ricerca che non perde di vista la dimensione aggregativa e ludica . Un luogo per muoversi, ragionare, giocare,montare un film, girare una scena, usare la rete, mettersi in forma, rilassarsi, mangiare cibo sano, guardare una mostra, sviluppare un’idea, leggere un libro, aprire la mente, partecipare alla vita del proprio territorio, approfondire, lavorare in un ambiente cooperativo e non competitivo. Un progetto che innesca il motore di una riqualificazione a scala di quartiere, permettendo lo sviluppo di realtà analoghe, aumentando il valore dell’area e dando un esempio virtuoso di sviluppo dell’impresa creativa, culturale e sociale. La produzione culturale che funziona come catalizzatore sociale, urbanistico e culturale per la città, che genera dinamiche di rinnovamento del sistema artistico, educativo, sociale ed economico.

P1330461

Casilino Block Party è un evento che si inquadra in questa ottica di riqualificazione degli spazi urbani attraverso l’arte, la cultura e la formazione.  Spiega la direzione artistica dell’evento, affidata a Roman Doors Project e HB Production: Un block party è una festa, un’occasione di aggregazione nel  quartiere. Come forma di attivismo i block parties sono uno sforzo artistico per reclamare le strade come spazio pubblico che appartiene ad una comunità. Una jam è una festa hip hop. Il termine viene dall’espressione jam session (un evento informale di musica jazz in cui l’unica regola è l’improvvisazione senza nessuno spartito o arrangiamento). In Italia, nel gergo dei writers, una jam è un’occasione per dipingere un muro legale in tranquillità con diversi crew, spesso con un sottofondo musicale che rallegra l’atmosfera.”
Rilevante la selezione tra i maggiori esponenti dello streetwear e brand indipendenti della scena underground romana, che presenteranno le proprie autoproduzioni nell’area market a loro dedicata. All’interno dei locali in via della Bella Villa, inoltre, una mostra dove saranno esposti i bozzetti degli artisti e la proiezione di diversi film dedicati alla cultura street, in un percorso che permette di abbracciare in pieno l’atmosfera anni ‘80 hip hop. La giornata vedrà impegnati i writers dalla mattina presto fino al tardo pomeriggio, con il sottofondo le note della migliore musica hip hop, che proseguirà per tutta la durata dell’evento. Grazie all’accordo con l’IperCoop, inoltre, sarà possibile disporre del parcheggio al suo interno fino a fine serata.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Arte

To Top