Connect with us

Sottopalco >> Dicembre

ARTICOLI

Sottopalco >> Dicembre

Il 2019 ci saluta con un dicembre in grado di accontentare tutti i palati degli amanti del rock, in particolar modo quelli di coloro che amano i grandi interpreti tricolori del genere.

Il calendario si apre il 3 con gli Archive e il loro personalissimo progressive venato di elettronica e derive psichedeliche.

Il 4, nell’ambito della Biennale di Marte Live, Giorgio Canali sarà di scena con i suoi Rossofuoco al Planet.

Sempre al locale di via del Commercio, il 5, la storia del post rock mondiale, con il leader dei Mogwai Stuart Braithwaite che si esibisce in compagnia di Carmelo Pipitone. Stesso giorno, appuntamento anche con lo scanzonato Greg al Fonclea e con il metal estremo dei Blasphemy al Traffic.

Tappa all’Auditorium Parco della Musica il 6 per il tour di Poesia e Civiltà, l’ultima fatica di Giovanni Truppi, mentre a Largo Venue spazio ai Tre Allegri Ragazzi Morti e varie band di supporto.

Data da non bucare il 10 al Monk con le struggenti melodie del belga Tamino. L’11, invece, sarà la volta di una autentica leggenda delle sei corde, l’ex Scorpions Uli Jon Roth al Let It Beer. Rimanendo in tema di leggende, il giorno successivo all’Auditorium della Conciliazione saliranno sul palco gli alfieri del prog britannico Marillion, giunti al quarantesimo anno di carriera.

Il 14, a Largo Venue, ecco la Banda Bassotti, mentre al Trenta Formiche tocca ai The Shivas. Tripla scelta lunedì 16: al Klang, serata deluxe con uno degli interpreti più apprezzati dell’alternative dell’ultimo quarto di secolo, Geoff Farina; al Kill Joy largo al trio d’eccezione formato da Stef BurnsClaudio Golinelli e Will Hunt, impegnati in un set di cover pescate tra i classici della storia del rock (e che saranno sempre sullo stesso palco anche il giorno successivo); a ‘Na Cosetta, infine, live del Parto delle Nuvole Pesanti.

Il 19 al Monk, una delle voci più belle del rock tricolore, il grande Edda, mentre al Traffic data romana per gli ormai storici deathsters inglesi Benediction.

E sempre in tema di musica estrema, da cerchiare in rosso il 20 quando all’Orion saliranno on stage gli acclamati black metallers svedesi Dark Funeral.

Il giorno dopo, ancora nella venue di Ciampino, torna come ogni anno l’appuntamento con l’”Anti-Natale” in salsa rock-metal demenziale dei Prophilax.

Ultima segnalazione, il 27 al Monk, per il romano The Niro che salirà sulla ribalta di via Mirri 35 in compagnia dello straordinario chitarrista americano Gary Lucas, con il quale proporrà tutti gli estratti della loro ultima fatica comune, The complete Jeff Buckley and Gary Lucas Songbook. Inutile dire che per tutti coloro che hanno amato il compianto “Angelo di Anaheim”, la presenza è d’obbligo!

Sperando che nel sacco dei doni di Babbo Natale ci sia un 2020 ancora più ricco di concerti e di energia…

For those about to Rock, we salute you!

Continue Reading
You may also like...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top