Connect with us

Musica

So Suite

Il rientro dalle vacanze è sempre un’amara realtà. Senza escludere nessuno, perché anche chi è rimasto in città ha avuto il privilegio di raggiungere casa dopo il lavoro, o gli amici per una birra, senza invecchiare nel frattempo.
Quindi, per addolcire la malinconia e continuare a nutrire l’anima, affidatevi alla musica ed alle proposte di Settembre di So Suite.
Partiamo con un concerto sinfonico ai Giardini della Filarmonica, nel cuore della capitale, il giorno 4, musiche di Mozart, Mendellsshon e Rossini. Dal 10 al 15, presso Teatro dell’Opera, Work in Progress, una sequenza di suggestioni ed immagini, di Alexander Calder su musiche di Castiglioni, Aldo Clementi, Bruno Maderna. A completare questo capolavoro di teatro musicale un’opera d’arte di William Kentridge, uno dei maggiori artisti contemporanei (#vietatomancare direbbero i fruitori social).
Si continua con il Don Giovanni, dramma giocoso in due atti di W.A. Mozart dal 27 al 6 (Ottobre) presso il Teatro dell’Opera, con la direzione di Jeremie Rhoer e la regia di Graham Vick (per i più giovani, un’anteprima il 25). Il giorno 28 avremo la possibilità di assistere ad un concerto molto originale, quello del pianista Lubomyr Melnik, di origine ucraina, con le sue incantevoli sonorità (dicono di lui “compositore folle con la testa tra le nuvole”), accompagnato dalla electronic avant- guard del produttore e compositore Craig Leon, all’ Auditorium Parco della Musica, per il Roma Europa Festival.
Chiudiamo la rubrica con un super concerto, quello della pianista Vanessa Wagner e del musicista, compositore e produttore discografico messicano, Murcof, pseudonimo di Fernando Corona. Due mondi musicali apparentemente lontani: lei pianista classica che spazia dalla musica classica colta d’avanguardia, come J. Cage o Ligeti, alla minimale di P. Glass, strizzando l’occhio all’elettronica di Aphex Twin e al pianismo di Satie e Part, lui potremmo definirlo discepolo di Cage (colui che utilizza i suoni per spiegarne l’assenza). Proprio con i silenzi nasce la parte fondamentale della musica di Murcof, creando allo stesso
tempo un dialogo tra elettronica musicale e frammenti di musica classica.
Il 29, sempre all’ Auditorium Parco della Musica, grazie a questi ragazzi arricchiremo il nostro bagaglio culturale.
Dunque chiudere gli occhi, aprire le orecchie, e buon ascolto!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Musica

To Top