Connect with us

SANDRO JOYEUX dal vivo per i diritti dei migranti al Quirinetta

ARTICOLI

SANDRO JOYEUX dal vivo per i diritti dei migranti al Quirinetta

Ospiti d’eccezione Roberto Angelini, Adriano Bono, Danilo Dipaolonicola e dalla Med Free Orkestra il quartetto di fiati. Nel corso della serata sarà possibile incontrare gli attivisti di Intersos, sostenere i progetti dell’organizzazione e firmare l’appello #EuropaSenzaMuri.

L’energia, la passione e l’impegno sociale delle nuove canzoni e delle sonorità contenute nel disco “Migrant” sposano in pieno l’appello alla dignità e al rispetto dei diritti di migranti e richiedenti asilo che l’organizzazione umanitaria Intersos ha lanciato con la campagna #LiChiamiamoPerNome. Nel corso della serata sarà possibile incontrare gli attivisti di Intersos, sostenere i progetti dell’organizzazione e firmare l’appello #EuropaSenzaMuri.

Al fianco di Sandro Joyeux saliranno sul palco ospiti d’eccezione come Roberto Angelini, Adriano Bono, Danilo Dipaolonicola (fisarmonica) e dalla Med Free Orkestra il quartetto di fiati composto da Francesco Fiore (tromba) Alessio Guzzon (tromba) Vincenzo Vicaro (Sax, Clarinetto) e Andrea Angeloni (trombone).

Sandro Joyeux arriva nella prestigiosa cornice del Quirinetta per una nuova tappa del tour “Migrant”. Il progetto che ruota intorno al tema della migrazione vede la partecipazione di artisti come Eugenio Bennato e Dean Bowman e coinvolge musicisti provenienti dal Mali, Marocco, Italia, Francia, Stati Uniti. Presentato l’11 marzo 2016 in anterpima nazionale all’Auditorium Parco della Musica di Roma (sold out) “Migrant” nasce come conseguenza naturale della forte esperienza maturata dall’artista con il suo Antischiavitour, un tour di concerti che ha portato Sandro all’interno dei centri di accoglienza e degli insediamenti abbandonati dei migranti nelle campagne in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Piemonte. Impegno sociale a sostegno dei migranti coniugato attraverso nuove canzoni e nuove sonorità per un live che resta un’iniezione di pura energia.

Sandro canta in francese, inglese, arabo e in diversi dialetti africani. È interprete ironico e scanzonato, avvolgente e coinvolgente, alla maniera dei Griot ammalia il pubblico attraverso i suoi suggestivi racconti di viaggio o le storie e leggende legate alle canzoni, lo prende per mano e lo coinvolge fino a farlo cantare a squarciagola in lingue esotiche e sconosciute. Che sia solo o con la band, il risultato è sempre lo stesso, non puoi fare a meno di muoverti.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top