Connect with us

Rude Hi Fi, Turbo-Emigrant-Sound a Scalo 77

ARTICOLI

Rude Hi Fi, Turbo-Emigrant-Sound a Scalo 77

Il suo ultimo lavoro, “The Positive Power of age Age ” è un mix di suoni globali che vanno dalla cumbia al reggae, soul e ska sempre aggiungende il timbro Rude hi-fi cioe ritmi drum n bass e breakbeats potenti che ne fanno uno dei maggiori esponenti e remixer della scena mestiza globale

Scalo 77 ospita Rude Hi Fi con un dj set eclettico e pieno di carica punk/rock. Attivo dal 1986 prima come voce dei Ghetto 84 , mitica band punk rock e reggae italiana ed oggi anche dj, remixer e produttore è considerato uno degli “emigranti musicali” più eclettici della diaspora italiana degli ultimi anni . Riuscendo ad unire l’impeto del punk rock con i suoni del mondo patchanka , la scena musicale che unisce e mescola diversi stili come il reggae, lo ska, il rap, il rock ,il drum n bass . Qualcuno lo chiama “Musica Mestiza” “Latin Lingo” o come dice lo stesso Rude..”Turbo-Emigrant-Sound “.

 

Dopo aver fatto parte di Roy Paci & Aretuska, ed aver collaborato con Manu Chao, si trasferisce a a Barcellona dove con la band La Kinky Beat suona in tutti i maggiori festival del mondo , da Glasonboury/Uk fino al Brasile ,Tokyo, Mexico e in tutto il sud-america dove si fa particolarmente amare per la sua attitudine “da Barrio”e il suo stile potente , cioe un dj ed un cantante, suonando un dj set di patchanka come se fosse un concerto di punk rock con liriche sociali , dove la solidarietà ai popoli in lotta si mischia con l’humour della classe operaia e la critica tagliente.

Ha pubblicato 4 dischi solisti , quali “Rude boy Rock ” , “Barriobeatz” e con “La Conexion” ha vinto il premio miglior disco underground patchanka 2010 (vedi www.radiochango.com) con collaborazioni di Cypress Hill, Asian Dub Foundation, Banda Bassotti, Amparo Sanchez Fermin Muguruza, Bad Sound system etc,etc..

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top