Connect with us

Murmat Short Film Festival: una “verde” speranza per il cinema di oggi e di domani.

Arte

Murmat Short Film Festival: una “verde” speranza per il cinema di oggi e di domani.

Focus su ambiente e dintorni per l’edizione 2020 ospitata al Globe Theatre di Roma

Una speranza, per l’ambiente, per il cinema di oggi e di domani. Soprattutto una botta di entusiasmo… ce ne vuole, di questi tempi.
È andata in scena al Globe Theatre di Roma #aGreenHope, la terza edizione del “Murmat Short Film Festival”, organizzato da Shake Art, Murmat Studio e Nuvole Rapide Produzioni.

La gara internazionale di cortometraggi quest’anno ha approfondito il tema dei cambiamenti climatici. Una serata di commistione tra cinema e teatro, con una cornice in legno diffuso del tutto “in target” con l’evento e la scenografia di Alessandra Solimene che ha incorniciato il Globe di elementi naturali interamente ricreati con materiali di riciclo.
Il resto lo hanno fatto i lavori in gara e la brillante e ironica conduzione del trio di presentatori: Tiziana Sensi, Federico De Luca e Edoardo Saolini.

Dieci i cortometraggi sciorinati in rassegna, cinque a tema libero e cinque a tema green.
“Pizza Boy” di Gianluca Zonta si è aggiudicato il premio per il miglior cortometraggio a tema libero. Apprezzato e votato dalla giuria d’onore per la sua capacità di affrontare temi importanti e avvincenti in modo semplice ed efficace.
Cortometraggio vincitore della categoria a tema green, per la visione globale sul nostro mondo e per il rapporto dialettico tra natura e uomo è stato “Traces” di Pins Sébastien.

Innovazione e originalità sono le leve che hanno spinto la giura ad assegnare menzione speciale al corto in stile videogioco anni ’90 “Eco Escort” di Marcela Drobna.
Miglior attrice e miglior attore sono stati scelti dal pubblico con una votazione social che ha premiato Simona Greco e Andrea Bellisario, entrambi protagonisti in “Aria Prima” di Gaetano Mangia e Luca de Paolis.

Infine Tixter ha premiato Anna Elena Pepe per il miglior speed pitch. La casa di produzione e la sceneggiatrice hanno avuto la possibilità di incontrarsi durante una delle giornate di speed pitch online organizzate dal Murmat Short Film Festival durante il periodo di lockdown.

Durante il corso del  Festival non sono mancati i fuori programma e l’incoraggiamento a favore dei lavoratori dello spettacolo, in questo momento storico così particolare.

Emozionante la perfomance “Calpestami, con grazia”, una preghiera dedicata alla madre terra interpretata da Tiziana Sensi, ideata e diretta da Nuvole Rapide Produzioni. Si è celebrata anche l’importanza del costume teatrale, con la presentazione di due opere omaggio alla costumista Giulia Mafai, celebre per la sua cinquantennale carriera.

Appuntamento al 2021, con un Murmat Short Film Festival che sicuramente sarà ancor più accattivante, maturo… ed eco-friendly!

Guarda il video della manifestazione.


Claudio Riccardi

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Arte

To Top