Connect with us

Krano, Requiescat In Plavem. Una furia cow-punk, schizofrenica e pazzoide

ARTICOLI

Krano, Requiescat In Plavem. Una furia cow-punk, schizofrenica e pazzoide

Un capolavoro di psichedelia country. L’ultimo lavoro dell’artista veneto il 30 aprile al circolo Arci Fanfulla, aprono iTrans Upper Egypt.

Tratto in salvo dalle rive del Piave, Maple Death Records presenta l’album di debutto di Krano, “Requiescat in Plavem”, un capolavoro di psichedelia country. Nel 2012 Krano si è ritirato nelle colline intorno Valdobbiadene, con sé un Tascam 388, determinato a lasciarsi il passato alle spalle. Un uomo solo con una missione: dare qualcosa indietro alla terra in cui è nato, riscoprendo il dialetto Veneto, dandogli una nuova dignità e una voce fuori dai confini dove è solitamente rilegato.

 

Il nostro uomo ha registrato notte e giorno, ha lasciato che le storie del suo Plavem scorressero, così come scorre il fiume. Dalle Alpi Carniche fino al Mare Adriatico, portando con sé i fantasmi e le battaglie della Grande Guerra. La strumentazione usata (chitarre acustiche e fuzz, armonica, piano, batteria e basso) evoca un magico mondo, una palude assopita, demoni striscianti che escono dalle rive del fiume, fino ad inoltrarsi nel territorio delle murder ballads (Vergine De Luce). E quando gli si chiede di alzare l’asticella, ecco servita la furia cow-punk, schizofrenica e pazzoide, à la Meat Puppets e Country Teasers. Qualcuno lo chiama semplicemente “Folk minimale e disastrato dal Veneto”.  Ad aprire la serata al circolo Arci del pigneto saranno i Trans Upper Egypt.

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top