Connect with us

Il monito della moda

ARTICOLI

Il monito della moda

Come si può restare in silenzio davanti al mondo contemporaneo? Questo si chiede il mondo della moda

Come si può restare in silenzio davanti al mondo contemporaneo?

Questo si chiede il mondo della moda cercando di tornare a parlare di bellezza senza tralasciare l’analisi costante di ciò che avviene intorno a noi.

La risposta sembra averla trovata nelle collezioni Primavera/Estate 2019, ora sul mercato internazionale: un mix & match di arti che si prendono reciprocamente e ripetutamente la mano.

Come in una danza, i corpi si muovono e prendono parola, inducendo il pensiero a tornare attivo e mescolandosi ad abiti ed accessori che fanno nascere nuove coreografie, nuovi mondi, nuovi modi di essere.

Da Dior a Prada, passando per Giorgio Armani a Valentino, solo per citare alcuni tra i più conosciuti, il claim vincente è quello che non vuole imporre regole bensì creare disordine creativo. L’obiettivo, o meglio la speranza è che la moda torni ancora una volta a dettare un nuovo cammino, un nuovo pensiero, una nuova possibilità.

“Stiamo navigando a ritroso senza consapevolezza” diceva Zigmunt Bauman e gli stilisti ed i direttori creativi di tutto il mondo sembrano aver preso spunto proprio da lì, per provare a ritrovare prima di tutto la speranza di costruire un futuro meno disumano del presente.

Il pensiero che agisce e colpisce, quindi, senza distinzioni, anche nella moda. Nessun elitarismo, ma soltanto un monito: siamo in pericolo, sembra asserire ma possiamo salvarci, anzi dobbiamo.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top