Connect with us

Il lungoviaggio tra laboratorio e musica con i Pastis e Irene Grandi

ARTICOLI

Il lungoviaggio tra laboratorio e musica con i Pastis e Irene Grandi

Uno spettacolo/laboratorio interattivo fra suoni e immagini del quotidiano. La musica prenderà forma dall’interazione viva con quel che accade, in cui “un occhio vede e l’altro sente” (sottotitolo fisso delle attività artistiche dei Pastis). Sarà una reinterpretazione in tempo reale che si avvarrà anche delle riprese sul pubblico per farsi musica.

A metà tra spettacolo ed evento, tra laboratorio e concerto . Il progetto – una creazione dei Pastis (al secolo i fratelli Marco e Saverio Lanza) e Irene Grandi –  arriva a Roma al Quirinetta Caffè Concerto il prossimo 21 marzo.
Lungoviaggio è evento/laboratorio nell’ambito della videoarte musicale, dove le immagini del quotidiano, i suoni e i rumori della più varia umanità, i volti degli spettatori, le parole e la musica,  si fondono in un’unica performance interattiva.
Uno spettacolo atipico in cui le immagini “si suoneranno e si canteranno”, una sorta di “fotoconcerto” dove ogni opera messa in scena rappresenterà un viaggio , concorrendo così a delineare il tema portante voluto dagli artisti e da cui nasce il titolo “Lungoviaggio”.
Lo spettacolo avrà un prologo di carattere sperimentale: gli spettatori che vorranno approfondire il linguaggio della performance potranno partecipare al laboratorio, che si terrà lo stesso giorno dello spettacolo a partire dalle ore 17.00 sempre al Quirinetta. In questa occasione sarà allestito uno speciale set fotografico condotto dagli artisti che, interagendo con i partecipanti, li renderanno protagonisti attivi. Dal laboratorio nascerà così un mondo di immagini, voci e suoni che saranno materia prima per la realizzazione di uno speciale video/performance, successivamente reso disponibile tramite i canali social degli stessi artisti.
Con l’aiuto del pubblico si svilupperà un percorso che culminerà nello spettacolo serale, con la grande voce di Irene, gli strumenti di lavoro dei Pastis e le proiezioni video: una simbiosi tra chitarre, pianoforte, macchina fotografica, canto. La musica prenderà forma dall’interazione viva con quel che accade, in cui “un occhio vede e l’altro sente” (sottotitolo fisso delle attività artistiche dei Pastis). Sarà una reinterpretazione in tempo reale che si avvarrà anche delle riprese sul pubblico per farsi musica.
Quello del viaggio è un tema da sempre molto caro ad Irene, appassionata viaggiatrice, che in molti suoi album ha proposto l’argomento in modo originale (basti pensare al suo famoso singolo “Prima di partire per un lungo viaggio” scritto per lei da Vasco Rossi). Altrettanto per i Pastis, perché da sempre costitutivo della loro poetica che apre una finestra sul mondo ricca di stupore, emozione e senso dell’umorismo, che denota un’autentica simpatia per l’umanità e la leggerezza di chi sa scrutare per pura curiosità.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top