Connect with us

G8 Sotto l’ira del sole. Affinché il teatro contribuisca a non dimenticare

ARTICOLI

G8 Sotto l’ira del sole. Affinché il teatro contribuisca a non dimenticare

al Teatro Lo Spazio lo spettacolo nato dall’ idea di Alexandro Sabetti, che mette in scena una tragedia tutta italiana.

Tanti occhi e tante voci cucite da un filo drammaturgico, per ricordare, a sedici anni dai  drammatici accaduti del luglio 2001, tutte le vicende sofferte e le ingiustizie subite da tante persone che esercitavano il diritto di manifestare.
Il Summit di Genova, atteso per riunire capi di stato e di governo delle maggiori democrazie industriali, è diventato un caso storico di violenza tale da far intervenire la Corte di Strasburgo per  far giustizia e nonostante la durissima sentenza con cui la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha condannato l’Italia per l’assenza di leggi e norme finalizzate a punire la tortura e i torturatori,  le sanzioni per gli agenti della Diaz sono pari a 47 euro, un giorno di stipendio decurtato. Infatti fra le ragioni della condanna,  quella relativa all’assenza di qualsiasi forma di sospensione dal servizio di alti funzionari di polizia, agenti della penitenziaria e anche diversi medici per le violenze ripetute, i falsi, gli abusi e le umiliazioni sistematiche di centinaia di persone fermate, oltretutto rivelatesi poi tutte innocenti, vittime di gravi violazioni come quelle avvenute alla scuola Diaz o nella prigione lager di Bolzaneto.  E continua la vicenda tutta Italiana, relativa al 2016,  sui nomi delle sentenze in Cassazione, prima sbianchettate e poi ripristinate. Uno spettacolo teatrale, per non dimenticare. L’arte scenica a servizio della verità.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in ARTICOLI

To Top