Eventi musica teatro mostre cinema mobilitazioni a Roma

Digerseltz. Un rito teatrale cannibalico per una civiltà sconsacrata.

Elvira Frosini sul palco del Teatro India. Riflessione sull’ossessione del cibarsi, sulla bulimia triturante della società che si ingozza voracemente di lussuosissimi beni di consumo.

20593_850500838368700_817740363924543847_n

La digestione impossibile di un ammasso informe di frasi fatte, spot pubblicitari e luoghi comuni che sommergono ineluttabilmente il nostro agire quotidiano. Vomitandolo sul palco, raccogliendolo e poi ricacciandoselo in gola, la Frosini compie la sua personalissima discesa agli inferi dell’ordinario in bilico tra anoressie e bulimie. E lungo questa discesa con la bocca perennemente in movimento, riflette sulla condizione dell’attore, che si offre al suo pubblico come cibo, compiendo il gesto simbolico di mangiare in mondo.

Uno spettacolo che si offre in pasto agli sguardi, essenziale come un sacrificio: una torta con candelina, un agnellino, un presepe-barricata, i rituali della festa di compleanno, il banchetto, l’orgia, il convivio funebre, indagando le funzioni di un cibo che invade sempre di più la nostra società vorace o anoressica.

Digerseltz indaga il tema del cibo, del mangiare. Il cibo come ossessione del nostro tempo, il cibo come tema politico; mangiare come insopprimibile azione di sostentamento, pratica culturale massificata, metafora ossessiva, implosione autodistruttiva. Eppure pur sempre azione sotterraneamente rituale, legata al rapporto con il nostro corpo/fame, con la morte, con il sacro, con una comunità.

Il corpo in scena che mangia e si fa mangiare – mangiare le parole, ingozzarsi di parole, indigestione di parole – come un agnello in mezzo ai lupi, capro espiatorio, banale sacrificio dato in pasto al pubblico, agli occhi famelici o svogliati.
L’attore in scena, marginale nella sua irriducibile alterità, consuma gli scarti, l’eccedente, lo spreco, si fa corpo digerente, fragile “Digerseltz” della realtà ingozzata.

20593_850500838368700_817740363924543847_n

Digerseltz

Biglietti n.p.   
Centro Storico  prosa  Theatre
sabato
4
marzo