Connect with us

Accord/Interazioni. Gioielleria e pittura in un’unica potente sintesi

Arte

Accord/Interazioni. Gioielleria e pittura in un’unica potente sintesi

L’originale esposizione a Trastevere fino al 3 luglio.

Fusione tra linguaggi, unione di colori, tecniche in parallelismo, esperienze sensoriali che si incrociano. Con tanto colore a unire gioielli e tele.

Già, perché la mostra Accord/Interazioni, proposta tra i vicoli di Trastevere dalla Galleria d’Arte GAP “Modern & Contemporary Art” a cura di Cecilia Paolini, chiede all’osservatore non di focalizzare l’attenzione su delle singole opere d’arte, bensì di raddoppiare e sintetizzare l’esperienza.
Dal basso verso l’alto, lo sguardo incrocia una ad una preziose collane e delicati bracciali per proseguire immediatamente la visione impattando dei vivacissimi quadri.
E’ una mostra bipersonale che ha per autori e fautori Anna Maria Consoli, esperta orefice appassionata d’arte a 360 gradi, e Leon Akwadal, pittore “artigiano” di Francia, approdato a Roma da una decina d’anni.

Galeotta fu l’Urbe a far incontrare il talento e le anime di Anna Maria e Leon. Sul finire del 2019 nasce l’idea: dar forma a un progetto artistico che desse voce a emozioni private e fosse nel contempo elaborazione creativa saldamente ancorata alla conoscenza dei rispettivi mestieri. Da una parte l’orefice giunta nel suo percorso a modellare materie prime complesse, dall’altra il pittore che non si firma perché nella sua personale visione crede che siano il soggetto, la tecnica e la superficie impressa i protagonisti unici di un’esperienza percettiva.

Linee, curve, tratti irregolari, superfici lisce e increspature. Tra impressionismo ed espressionismo, razionalismo ed astrattismo, accenni di esotico primitivismo. Un crogiuolo di tendenze unite, frammiste, interpretate. Calate negli occhi dell’osservatore con un pizzico di irriverente follia.

 

L’artigianato si fa arte, i linguaggi comunicano e si completano, generando una forte potenza evocativa.
Gli spazi raccolti della Galleria GAP aggiungono il tocco decisivo d’intimità ad una mostra originale e apprezzata nella prima settimana di apertura.
Accord/Interazioni sarà visibile fino al prossimo 3 luglio.

Claudio Riccardi

Continue Reading
You may also like...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Arte

To Top